Select Page

L’alternative-rock eterogeneo dei Guignol

Punteggio 92%

I Guignol sono una band milanese che non scopriamo di certo noi. La loro attività musicale nasce addirittura negli anni ‘90, nel bel mezzo dell’ondata crossover e alternative-rock. Da lì non si sono mai fermati e, pur con svariati cambi nella line-up della band, hanno sempre continuato a produrre lavori di un certo valore artistico, evolvendo e mutando sempre nel contesto del rock alternativo. La loro ultima produzione, che uscirà il prossimo 28 febbraio, è il loro ottavo album. Intitolato “Luna piena e guardrail”, il disco è la manifestazione di una certa vena compositiva molto intensa e di grande qualità.

L’album dei Guignol (che abbiamo avuto ospiti nell’ultima puntata della nostra trasmissione radiofonica “The Independence Play”), si muove lungo ambientazioni alternative, dentro le quali il post-rock (e tutto quello che ne deriva) prende il sopravvento: si passa da contesti sonori pacati, che potrebbero ricordare anche contesti folk, dentro i quali si annidano in sottofondo sfumature reverberate, arpeggiate o elettroniche, ad altre invece crude e più roboanti che tuttavia non eccedono mai col volume e le sonorità.

La voce velatamente poetica non si snatura lungo le tracce, ma mantiene un andamento costante, che fa un po’ da contrasto alle tendenze noise che si manifestano qua e là tra le canzoni. “La luna e il guardrail”, insomma, è un album piacevole e di ottima fattura ed è anche l’ennesima prova del valore artistico dei Guignol e di una maturità che si avverte in ogni traccia del disco.

Manuele Foti -ilmegafono.org

La copertina dell’album “Luna piena e guardrail”

Pillola

92%

In breve L'album si muove lungo ambientazioni alternative, dentro le quali il post-rock (e tutto quello che ne deriva) prende il sopravvento: si passa da contesti sonori pacati, che potrebbero ricordare anche contesti folk, dentro i quali si annidano in sottofondo sfumature reverberate, arpeggiate o elettroniche, ad altre invece crude e più roboanti che tuttavia non eccedono mai col volume e le sonorità.

Alternative-rock
93%
Contenuti
91%
Arrangiamenti
92%

Autore

Manuele Foti

Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, diplomato in pianoforte presso il Conservatorio "F.Cilea" di Reggio Calabria, ho studiato chitarra elettrica per molti anni e sono un aspirante compositore. Mi piace etichettarmi musicalmente come un punto di convergenza tra sacro e profano, alla continua ricerca di nuove espressioni sonore all'interno di qualsiasi genere musicale. Redattore al servizio della musica (e non solo) dalla provincia di Reggio Calabria, "a caccia" di talenti emergenti della scena italiana e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti