Select Page

Le proposte di Legambiente: regali e comportamenti ecosostenibili per un Natale green

Le proposte di Legambiente: regali e comportamenti ecosostenibili per un Natale green

Dicembre è un mese particolare, un mese in cui tutto (interessi, paure, impegni, passioni, notizie) sembra cristallizzarsi, fermarsi per un po’ e lasciare il passo temporaneamente al clima natalizio. Con l’avvicinarsi delle festività di Natale e fine anno, infatti, un po’ tutta l’attenzione viene inevitabilmente catalizzata e monopolizzata da questa ricorrenza. In qualunque contesto, gli argomenti più gettonati, anno dopo anno, sono sempre gli stessi: che regali fare, dove passare le festività ed in compagnia di chi, cosa mangiare e cosa indossare. Anche il 2022, pur nella sua peculiarità sociale ed economica (non sono poi molti i natali post pandemici scossi da una guerra e da una conseguente crisi energetica), non fa eccezione e, allo spuntare delle prime lucine e dei primi addobbi, sono iniziati lo shopping incontrollato e i primi auguri di “buone feste”.

Tra i “consigli per gli acquisti” per il Natale 2022 si sono distinte tre proposte di Legambiente, che ha individuato dei regali davvero speciali che, oltre a fare felice il destinatario, potrebbero anche offrire un impatto positivo sulla società e sull’ambiente. Si tratta delle due iniziative “Tartalove” e “Save the Queen”, che prevedono rispettivamente l’adozione simbolica di una tartaruga caretta caretta, corredata da certificato di adozione digitale, e la corresponsione di una donazione mensile finalizzata non solo a tutelare le api e la loro salute, ma anche a implementare la tecnologia delle arnie e la piantumazione dei loro fiori preferiti.

Quanto all’ultima proposta di regalo solidale dell’associazione ambientalista, si tratta di confezioni con i prodotti di Libera Terra (cooperative che coltivano i campi confiscati alle mafie). Come spiegato da Legambiente, sono “prodotti d’eccellenza coltivati nei terreni confiscati alle mafie, il cui ricavato va a sostegno delle attività di salvaguardia delle specie a rischio e minacciate nelle aree di Legambiente Natura, come il Camoscio Appenninico, l’Orso Bruno Marsicano e la rara Orchidea Scarpetta di Venere”.

A corredo di queste proposte per lo shopping natalizio, i volontari di Legambiente hanno anche pubblicato una sorta di decalogo per delle feste “ecosostenibili” . Un manuale da seguire per porre in essere comportamenti rispettosi dell’ambiente anche in questo vortice di festeggiamenti. Dall’abolizione dell’usa e getta per l’allestimento della tavola, all’accorgimento di scegliere decorazioni e addobbi sostenibili, senza dimenticare di prediligere la “filiera corta” per il menù delle festività e di ridurre a zero gli sprechi alimentari. Poche semplici attenzioni che possono però fare la differenza per il pianeta. Se tradizionalmente i colori del Natale sono sempre stati il bianco della neve o il rosso, la speranza dei volontari di Legambiente è che, grazie anche ai loro consigli e alle loro proposte, quello 2022 possa essere un Natale green.

Anna Serrapelle-ilmegafono.org

Autore

Anna Serrapelle

Sono nata a Siracusa e sono sempre stata impegnata nel mondo del volontariato e dell'attivismo sociale. Proprio così, nel 2009, ho conosciuto il megafono e sono entrata a far parte di questa fantastica famiglia. Durante la mia permanenza in Puglia, ispirata dai danni procurati in quella zona dall'Ilva, ho spesso affrontato tematiche ambientali, negli ultimi anni tratto quasi esclusivamente tematiche legate alla legalità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti