Select Page

The Beerers, british rock made in Italy

The Beerers, british rock made in Italy

Questa settimana vi proponiamo The Beerers, gruppo che nasce a Pavia nel 2009 (anche se ancora non si chiamava così) e che, dopo varie vicissitudini e vari ricambi, si presenta nella formazione attuale, riunita in nome del rock and roll e della voglia di divertirsi con la musica.
Il loro album, “A gentle kiss from Lucifer”, che è possibile ascoltare su Spotify o su Youtube, si caratterizza per la pregevole impronta British, apprezzabile sia per il sound sia per la perfetta pronuncia che saprebbe ingannare anche un londinese doc.

Un ritmo allegro e curato, pettinato e impertinente allo stesso tempo, vi farà compagnia alla ricerca del passo giusto, della bionda giusta o semplicemente della sbronza giusta! Il disco, infatti, contiene otto tracce intense ed orecchiabili, che a volte ricordano la dolcezza e la confusione dei The Strokes, come in Dance e in Lucifer, altre volte la classe degli Artic Monkeys, come in Whatta f**k.

Il loro obiettivo pare essere quello di scorrervi dentro proprio come farebbe della buona birra, costringervi a seguire il ritmo e a lasciarvi baciare dalla musica con un Gentle kiss o a farvi sedurre da una ballata dannata come Death and Old Age.

Vale, dunque, la pena di scoprirli e ascoltarli, magari anche in uno dei live che questa band italiana dalla vocazione British fa in giro per l’Italia e per i locali londinesi.

FrancaZappa –ilmegafono.org

Autore

FrankaZappa

Collaboro da tempo con Il Megafono, dove insieme a Manuele curo la pagina musicale e il programma "The Independence Play" sulla nostra radio web. Sono una metallara nostalgica, stregata, quando ero poco più che bambina, dall'urlo "Looove" di Robert Plant. Di quell'amore per la musica ne ho fatto la mia spina dorsale di "metallo non metallo" che mi ha portato fino a qui. Oggi amo un sax che non mi corrisponde. Grazie a lui e al jazz ho scoperto che ancora esistono nuovi pianeti da esplorare, perché per me alla fine la musica resta l'unico modo di immaginare "the dark side of the moon".

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti