Select Page

Nicolò Piccinni e il cantautorato libero di esprimersi anche… “in un altro modo”

Punteggio 93%

Esce oggi il nuovo album di Nicolò Piccinni, un vero manifesto musicale dell’animo di una persona che convoglia al suo interno esperienze non solo sonore e compositive, ma anche teatrali. Un artista a tutto tondo, poliedrico, che ci presenta questa produzione, via di mezzo tra un EP e un full-length, strutturata con sette brani e intitolata “Autrement”. Come ha dichiarato lo stesso Nicolò ai microfoni dell’ultima puntata della nostra trasmissione radiofonica “The Independence Play”, la traduzione dal francese del titolo del suo album è “in un altro modo”, traduzione che potrebbe benissimo essere anche associata al genere cantautorale che ci viene presentato lungo la tracklist.

Quello di Nicolò, fedelmente supportato a livello strumentale dalla band degli Internauti, è un cantautorato estroverso e libero, un mezzo attraverso il quale esprimere appieno le proprie sensazioni ed idee. “Autrement” è un riassunto sonoro attraverso il quale provare a vedere le cose da un altro punto di vista, immedesimandosi nelle emozioni del prossimo, soffermandosi sulle sue necessità e non sulle differenze che esistono tra le parti.

Come spesso capita col genere cantautorale, per merito di una predisposizione intrinseca di questo stile musicale, è possibile miscelarlo con altre contaminazioni. Nicolò lo fa senza curarsi delle misure, a conferma non solo di una libertà da qualsiasi tipo di vincolo compositivo, ma anche di una capacità di variare e percepire il proprio senso artistico da tutte le prospettive. Queste sfumature che invadono la scena musicale sono molto varie: si possono trovare sprazzi di rock intenso, ma anche qualche dettaglio pop, oppure ancora degli andamenti che ricordano cadenze folkloristiche. Non mancano poi dei riferimenti più classici che si palesano con linee melodiche più meditative, che evolvono più lentamente rispetto a quelle estroverse a cui accennavamo in precedenza.

“Autrement” è in definitiva un album che ci ha convinto, per qualità e per contenuti, per il modo di intendere il cantautorato “in un altro modo”, per il messaggio musicale che Nicolò Piccinni si propone di diffondere attraverso questo suo bel lavoro.

Manuele Foti – ilmegafono.org

La copertina dell’album “Autrement”

Pillola

93%

In breve Come spesso capita col genere cantautorale, per merito di una predisposizione intrinseca di questo stile musicale, è possibile miscelarlo con altre contaminazioni. Nicolò lo fa senza curarsi delle misure, a conferma non solo di una libertà da qualsiasi tipo di vincolo compositivo, ma anche di una capacità di variare e percepire il proprio senso artistico da tutte le prospettive.

Cantautorato
93%
Melodie ed arrangiamenti
92%
Contenuti
94%

Autore

Manuele Foti

Laureato in Ingegneria delle Telecomunicazioni, diplomato in pianoforte presso il Conservatorio "F.Cilea" di Reggio Calabria, ho studiato chitarra elettrica per molti anni e sono un aspirante compositore. Mi piace etichettarmi musicalmente come un punto di convergenza tra sacro e profano, alla continua ricerca di nuove espressioni sonore all'interno di qualsiasi genere musicale. Redattore al servizio della musica (e non solo) dalla provincia di Reggio Calabria, "a caccia" di talenti emergenti della scena italiana e internazionale.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti