Select Page

Si chiude un altro anno in musica, in attesa del 2018

Si chiude un altro anno in musica, in attesa del 2018

Insieme al 2017 sta per concludersi l’undicesimo anno del nostro sito e, quindi, anche della nostra pagina musicale. Undici anni. Tanto è il tempo trascorso da quel giorno in cui, nella nostra sezione dedicata alla musica, lanciammo l’iniziativa rivolta a chiunque volesse proporsi e proporre a noi e ai nostri lettori le proprie canzoni e i propri dischi. Così, da artisti sconosciuti ad altri già più affermati a livello locale e regionale, ad altri ancora che qualche tempo dopo abbiamo ritrovato su palchi prestigiosi e nelle classifiche nazionali, fino alle discografiche indipendenti e alle agenzie di comunicazione musicale, la nostra pagina è man mano diventata uno spazio selezionato di promozione dei talenti musicali di questo Paese.

Anche quest’anno sono stati tantissimi i dischi e i singoli che vi abbiamo proposto, attraverso le recensioni dei nostri esperti redattori e le puntate della nostra trasmissione radio “The Independence Play” (potete ascoltare le ultime due puntate sul nostro canale Spreaker e l’archivio con tutte le puntate sul nostro canale Youtube). Siamo contenti di avere dato spazio a tante proposte diverse e ringraziamo gli artisti che ci hanno scritto, quelli che si auto-producono e si promuovono da sé, le etichette indipendenti con le quali collaboriamo da molto tempo e quelle con cui abbiamo iniziato una collaborazione durante questi ultimi 12 mesi, le varie agenzie di comunicazione e i singoli agenti.

Li ringraziamo particolarmente anche per il sostegno che abbiamo ricevuto e che ci permette di continuare il nostro lavoro al servizio della musica di qualità. Nel 2018 continueremo a lavorare per potenziare questo spazio a disposizione di gruppi e artisti e proveremo a costruire nuovi canali. L’obiettivo è sempre quello: fare in modo che i tanti talenti sparsi nella Penisola possano emergere, farsi ascoltare, comunicare i loro messaggi. Perché la bellezza è proprio questa, cioè che la musica che passa da queste pagine e che selezioniamo con cura e attenzione è proprio quella che si lega a un concept, a un’idea precisa, un qualcosa che possa raccontare il mondo e la sua umanità.

Abbiamo recensito solo prodotti che, nelle forme più svariate e con le sonorità più eterogenee, avevano qualcosa da dire e lo dicevano bene, a volte con passione, altre con struggente intensità, altre ancora con ironia. Sappiamo che i gusti musicali sono sempre una componente legata alla soggettività, eppure crediamo sia possibile, con ridotti margini di errore, rintracciare degli elementi di oggettiva e indiscutibile qualità quando andiamo a selezionare i lavori da recensire tra quelli che ci vengono proposti direttamente dai musicisti o da chi li promuove e distribuisce.

A inizio 2018, quando riprenderemo le pubblicazioni, vi proporremo ancora dischi, singoli e raccolte. L’11 febbraio 2018 soffieremo sulla nostra dodicesima candelina e siamo lieti che la musica sia rimasta un elemento centrale nella nostra lunga avventura editoriale dedicata all’informazione critica. Per questo vi invitiamo a continuare a sostenerci e a scriverci come fate da tempo, scusandoci se non possiamo accontentare tutti in tempo rapido (ma siete sempre più numerosi e lo spazio è questo: di più non possiamo fare al momento). Vi chiediamo inoltre di comprenderci quando non accettiamo alcune proposte che non rientrano nei nostri standard musicali.

Il nuovo anno sta per arrivare, dunque, e il nostro palinsesto è come un pentagramma, aspettiamo solo che ci scriviate le vostre note. Noi saremo pronti ad ascoltarle e poi ad esprimere la nostra sincera impressione, sempre nel rispetto del lavoro, della fatica e dell’impegno (oltre che dei sacrifici) che ciascun musicista impiega nel realizzare il proprio disco o brano. Buone feste a nome della nostra redazione Musica e di tutto lo staff de ilmegafono.org.

Arrivederci, anzi a riascoltarci, nel 2018!

Redazione -ilmegafono.org

Autore

ilmegafono

La firma di redazione, un'usanza a cui non potevamo rinunciare. Ma tranquilli, dietro i nostri pezzi ci siamo sempre e solo noi. Nient'altro che noi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti