Select Page

Rio de Janeiro e le Olimpiadi sostenibili

La torcia olimpica dei giochi di Londra si è spenta da poco, ma l’attenzione e le attese sono già rivolte oltreoceano, a Rio de Janeiro, che tra quattro anni ospiterà le prossime Olimpiadi. Una città olimpica che si rispetti dev’essere a misura di turisti, atleti e delegazioni internazionali, ma soprattutto eco compatibile e sostenibile. È proprio questo l’aspetto che sta facendo mobilitare la macchina organizzativa dei prossimi giochi. Rio de Janeiro dovrà dotarsi di nuove costruzioni a impatto zero e ridurre le emissioni di CO2, oltre ad attivarsi per la produzione di energia pulita. Tra i vari progetti in cantiere spicca la “Solar City Tower”, una torre di vetro sul mare, dotata di cascata in cima e posizionata di fronte alla celeberrima spiaggia di Copacabana.

Un’ulteriore attrattiva turistica unita all’innovazione architettonica e tecnologica. L’idea nasce dallo studio svizzero Rafaa Architecture&Design, pensata inizialmente come progetto per un concorso di Architettura, ma destinata ad un compito ben più ambizioso e impegnativo. La torre sarà dotata di un impianto solare per produrre energia elettrica in grado di coprire il fabbisogno del villaggio olimpico di Rio. L’energia solare servirà inoltre per drenare l’acqua di mare, che, azionando speciali turbine durante la notte, sfrutterà il surplus energetico accumulato durante il giorno. Rafael Schmidt, capo architetto del progetto, paragona il funzionamento della struttura ad un processo simile al metabolismo, che minimizza l’impatto ecologico con una giusta ed equa distribuzione delle risorse.

La Solar City Tower è destinata a diventare anche spazio pubblico per i visitatori, che potranno accedere al primo piano della torre attraversando una piazza posta a sessanta metri sul livello del mare. L’acqua di mare in eccesso sarà poi utilizzata nelle grandi occasioni per alimentare cascate artificiali. L’edificio è innanzitutto portatore di un messaggio positivo, di rinnovamento e rivalutazione degli spazi tradizionali. Uno strumento educativo oltre che attrazione turistica, un modo per rafforzare la coscienza collettiva al rispetto dell’ambiente e delle risorse paesaggistiche e naturali. Appuntamento nella verde Rio!

Laura Olivazzi -ilmegafono.org

Autore

Laura Olivazzi

Vivo tra i Millennials con il sogno della Dolce Vita, cresciuta all’ombra del Vesuvio con carta, penna e smartphone sempre a portata di mano. Giornalista, appassionata di media, cultura pop e tante altre cose, scrivo per il Megafono dal 2006.

Vignetta della Settimana

Musica Video

Loading...

Tweet Recenti